INVESTIMENTI PUBBLICITARI: in calo per molti e noti motivi.

INVESTIMENTI PUBBLICITARI: in calo per molti e noti motivi.

Nanismo
Ma anche perchè Italia ha sempre meno big spender. Si consideri che, nel 1970, Italia aveva 700 grandi industrie, che occupavano il 28% della forza lavoro totale. Al 2014, invece, ne aveva solo 350, con il 10% dei lavoratori complessivi (rielaborazione Assicom su dati Confindustria). Solo la grande impresa garantisce investimenti considerevoli; compresi quelli pubblicitari.